NEWS

ITA | ENG
AA  

LA CHIESA MORMONE DONA 46.880 EURO
A BANCO FARMACEUTICO

SERVIRANNO AD ACQUISTARE 8.500 MEDICINALI
PER 7 ENTI ASSISTENZIALI LOMBARDI

Banco Farmaceutico, mercoledì 7 giugno, nella propria sede di Via Lorenzini (Milano) ha ricevuto 46.880 euro in dono dalla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Grazie alla donazione saranno acquistati 8.500 medicinali (prevalentemente analgesici, antipiretici, antibiotici, farmaci per disturbi gastrointestinali, antinfiammatori e colliri) che saranno consegnati a 7 enti assistenziali che operano sul territorio lombardo:

• Assistenza Sanitaria San Fedele
• Associazione Culturale Acuarinto
• Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Bresso
• Fondazione Fratelli di San Francesco
• Fondazione Progetto Arca onlus
• Medici Volontari Italiani
• Opera San Francesco per i Poveri

I medicinali saranno acquistati attraverso DoLine, l’applicazione realizzata in collaborazione con Fondazione Tim che permette di donare prodotti farmaceutici da Tablet e Smartphone. La donazione sosterrà, in particolare, “Milano Senza Terra”, la campagna di DoLine attivata per sostenere i 7 enti assistenziali. Chiunque potrà partecipare alla campagna e donare un medicinale cliccando qui, o scaricando l’applicazione da iTunes, Google Play e Windows Store.

"Siamo lieti di partecipare a questa importante iniziativa, per poter dare speranza agli enti assistenziali aiutati da Banco Farmaceutico e un sostegno concreto ai poveri e ai bisognosi. Crediamo profondamente che unendoci a grandi ed encomiabili realtà come quella di Banco Farmaceutico possiamo fare la differenza e farci sentire, portando alla luce valori come la carità, la speranza e l'amore puro per il nostro prossimo. Speriamo di poter essere un esempio di carità e incoraggiamo ogni individuo ad agire per il bene della società. Ognuno di noi può fare la differenza", afferma Marco Paolino, presidente Area Milano Est della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

“Nell’ultimo anno, 1 italiano su 2 ha dovuto rinunciare ad acquistare farmaci per ragioni economiche. La povertà sanitaria riguarda sempre più persone, non più soltanto 4,5 milioni di cittadini che, come certifica l’Istat, sono ritenuti tradizionalmente indigenti. Di fronte a questi numeri, siamo consapevoli che cercare di dare speranza a chi non può permettersi di curare se stesso e i propri cari è un cammino in salita. Gli amici della Chiesa Mormone hanno deciso di condividere un pezzo di questo cammino con noi. Grazie al loro gesto concreto e generoso, siamo ancora più certi che in questo percorso non siamo soli”, afferma Sergio Daniotti, presidente della Fondazione Banco Farmaceutico onlus.

“Siamo estremamente felici e riconoscenti per questa partnership con la Chiesa di Gesù Cristo dei santi degli Ultimi Giorni: la collaborazione avviata valorizza al massimo livello il ruolo degli enti assistenziali che operano sul territorio, perché risponde al loro bisogno effettivo contribuendo così a lenire le sofferenze di tante persone indigenti. Tutto ciò è stato reso possibile anche dal sostegno determinante fornito dalle farmacie che hanno aderito all’iniziativa, a cui va il nostro ringraziamento”, sostiene Giuliano Salvioni, presidente dell’Associazione Banco Farmaceutico Milano onlus.